Verso il convegno/tavola rotonda del 9 novembre: si rafforza la rete

Dai ricercatori della Legal Clinic on Migration and Asylum dell’Università di Roma 3 ai giuristi dell’associazione A Buon Diritto, che, a partire dalla propria esperienza, introdurranno il tema del perseguimento del diritto come pratica sociale a livello territoriale, nello specifico, della realtà romana in cui operano entrambe; dalle comunità migranti di Gambia, Mali, Senegal, a quelle di stranieri e rifugiati che abitano nei territori di Brindisi e Caserta; dalle associazioni Baobab, Nonna Roma, Well(c)Home che affronteranno il tema di cosa accade quando l’accoglienza finisce e ponendo l’accento, altresì, sulle diverse problematiche sociali in cui si innesta il loro intervento.

Queste sono alcune delle realtà che si confronteranno il prossimo 9 novembre con i deputati Paolo Ciani, Matteo Mauri, Elly Schlein, Giuseppe De Cristofaro, con la coordinatrice dell’Ufficio Diritti LGBT+ di Roma Capitale, Marilena Grassadonia e con altre forze appartenenti al mondo produttivo e sindacale italiano che hanno garantito l’adesione ( sono previsti gli interventi di Selly Kane e Giuseppe Casucci, rispettivamente, dei dipartimenti immigrazione di Cgil e Uil) e di Fabio Costantini, amministratore delegato di Randstad, che informerà rispetto al sistema di collocamento sperimentato con i centri di accoglienza e le organizzazioni che si occupano di migrazione, in particolare, in relazione al progetto Randstad Without Borders, il quale promuove la diversità culturale e l’inclusione sociale, favorendo l’inserimento nel mondo del lavoro di professionisti stranieri residenti in Italia.

Tutto questo è Flussi di Energia, il convegno promosso dall’Assessorato alle politiche sociali di Roma Capitale ed organizzato dal Forum Per Cambiare l’Ordine delle Cose, con la partecipazione della campagna Ero Straniero, che si terrà il prossimo 9 novembre ed in cui si discuterà di retorica dell’emergenza e delle politiche di integrazione che non hanno funzionato con la rete Grei 250, ma, soprattutto, di come liberare flussi di energia, cioè di immigrazione regolare, di come garantire il diritto alla mobilità delle persone e immaginare modi sicuri e regolari per attraversare confini e frontiere, di come programmare e gestire i flussi migratori per lavoro e studio per poter garantire tutele e dignità a chi arriva in Italia.

La tavola rotonda che sarà moderata dalla giornalista della trasmissione Agorà, Giulia Presutti, è aperta, inoltre, alla partecipazione di esponenti della ong Mediterranea, dei ricercatori della fondazione Openpolis, di Italy Must Act e della rete dei comuni Recosol. Mentre le conclusioni saranno affidate al Forum per Cambiare l’Ordine delle Cose che organizza l’evento.

I lavori della tavola rotonda, che comincerà alle 16.00, saranno preceduti, fin dalle 14.30, da una parte frontale di interventi di studiosi, tra cui quello di Luca di Sciullo, presidente del Centro Studi Idos che ogni anno restituisce, attraverso il Dossier Statistico Immigrazione, la fotografia più completa su quello che accade in Italia nell’ambito dei flussi migratori.

Di Sciullo effettuerà una panoramica storica delle politiche di gestione dell’immigrazione e dell’asilo in Italia, facendo riferimento anche alle ultime regolarizzazioni, e agli effetti che esse hanno prodotto e continuano a produrre nell’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati in Italia. Maurizio Ambrosini, sociologo esperto in migrazioni dell’Università Statale di Milano, invece, fornirà i dati necessari a comprendere il fenomeno.

E poi, moderati dal giornalista di Radio2/Caterpillar, Massimo Cirri, spazio alle testimonianze di Ibrahim Diabate, mediatore culturale a Rosarno per Mediterranean Hope, il programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, Souhayla Saab del progetto Yalla Study Project e di Roberto Renino dell’associazione Amel Italia (Libano). La prima parte dell’incontro sarà conclusa dalla performance dell’attore Andrea Pennacchi (Propaganda Live). Mentre i lavori della tavola rotonda saranno aperti con l’estratto di Trieste è Bella di Notte – il nuovo film di Andrea Segre, Stefano Collizzolli e Matteo Calore sulla rotta balcanica – che uscirà nei prossimi mesi.

Per continuare ad aderire all’evento, scrivi a: coordinamento.forum1@gmail.com.

Hanno aderito finora:

nonna roma 

sparwasser 

clinica legale 

mediterranea

a buon diritto 

campagna ero straniero 

coordinamento nazionale comunità accoglienza 

referenti comunità mali bangladesh – senegal – gambia 

rete scuole italiano 

baobab 

laboratorio 53

refoodgees 

openpolis

grei250

wellchome

migrantes 

famiglie accoglienti

atlante delle guerre e dei conflitti

recosol

italy Must act

voci della terra 

women’s international league for peace and freedom 

Condividi post:

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

I più consultati

Potrebbero Interessarti
Articoli

Lamezia Terme: alcune considerazioni dopo la tappa della Road Map

Venerdì 15 marzo a Lamezia Terme, in mattinata con...

La Frontiera di Cosenza (Video e montaggio di Gianluca Palma)

Nella città calabrese, come in tante altre città italiane,...

Social Forum dell’Abitare: dal 18 al 20 aprile a Bologna per il diritto alla casa e all’abitare

Il diritto all'abitare sarà al centro di una tre...