Tag / grei250

    Loading posts...
  • Prosegue il percorso del Forum: al via le consultazioni politiche!

    Un incontro importante, con uno sguardo proiettato da un lato alle urgenze, e dall’altro a un cambiamento più a lungo termine: è quello che si è tenuto venerdì scorso tra le forze politiche e la rete che come Forum per cambiare l’ordine delle cose abbiamo fortemente voluto e con cui da mesi stiamo costruendo un percorso di confronto condiviso. In…

  • Solidarietà a mano armata

    Un nuovo patto sulle migrazioni e l’asilo verrà presentato a breve dalla Commissione Europea – precisamente il 23 settembre stando alle comunicazioni ufficiali –, ed è annunciato come un accordo politico fondato sulla solidarietà tra paesi europei, in termini di accoglienza dei migranti. Sul piatto delle trattative la riforma del regolamento Dublino, che tuttavia si preannuncia come il risultato di…

  • Da Grei250 una guida multilingue alla regolarizzazione

    Una guida multilingue alla misura di regolarizzazione prevista dal governo: un lavoro utile, realizzato dalla rete Grei250, con cui condividiamo il percorso di sollecitazione degli emendamenti al provvedimento contenuto del DL Rilancio (qui più info). Cinque schede – in italiano, albanese, amarico, arabo, bambara – e altrettanti audio, per non perdersi tra la burocrazia e avere un aiuto pratico nei…

  • DL rilancio in aula: prevista anche la discussione degli emendamenti sulla regolarizzazione sollecitati da associazione e coordinamenti

    Settimana prossima la Commissione bilancio discuterà degli emendamenti al DL Rilancio, compresi quelli sulla misura di regolarizzazione. Tre in particolare le modifiche sul tavolo, frutto del lavoro delle reti sociali, tra cui il Forum per cambiare l’ordine delle cose: la possibilità di presentare domanda fino al 31 agosto, la possibilità di conversione del permesso per chi ne è già in…

  • Regolarizzazione: le sollecitazioni alla politica!

    Il ‘Decreto Rilancio’ pensato dal governo contiene provvedimenti e misure che, seppur parzialmente, consentono di regolarizzare una parte delle migliaia di lavoratrici e lavoratori stranieri presenti in Italia. Un punto di partenza? Può darsi. Ma non possiamo fare a meno di sottolineare che è anche una chance persa nella garanzia e promozione di diritti e dignità dei lavoratori. Per questo…