Un inchiesta importante dalla Rotta della vergogna, quella balcanica

Rilanciamo il vergognoso video a cura di Nello Scavo e pubblicato in esclusiva per Avvenire.
Dall’inizio del 2018, migliaia di rifugiati e migranti che hanno tentato di entrare nell’Unione europea attraverso il confine della Bosnia-Erzegovina con la Croazia hanno denunciato violenze da parte delle autorità croate che hanno compiuto respingimenti illegali al di fuori delle città bosniache di Bihać e Velika Kladuša. Nel filmato (qui nella versione integrale) è possibile vedere gli uomini delle forze armate croate mentre spingono con la violenza migranti e profughi a tornare in Bosnia, fuori dai confini dell’Unione europea.
Tutto ciò avviene nel territorio dell’Unione Europea e con la piena complicità del governo italiano in carica, che ha deciso di collaborare alle deportazioni a catena dei migranti consegnando le persone alle condizioni descritte nell’inchiesta. Attendiamo, come Forum per cambiare l’ordine delle cose una minima reazione politica democratica da chi pensa che tutto ciò sia incompatibile con il mandato assegnato a questo Governo.

 

Leggi anche La via della vergogna. Sulla rotta balcanica delle migrazioni 

Leggi anche Violenza sui migranti, in un video le prove dalla Croazia

Total
5
Shares
Related Posts
Read More

CAMPAGNA BOMBING: #StragiDolose

La rete di advocacy promossa nel Forum per cambiare l'ordine delle cose, di cui fanno parte oltre 50 associazioni della società civile, decine di attivisti e operatori legali, promuove una campagna di social media bombing con l'hastag #StragiDolose