Diritti umani sotto attacco, la denuncia dell’Aida

Il Consiglio europeo sui rifugiati e gli esuli (ECRE) ha appena reso pubblici i report 2019 dell’Asylum Information Database (AIDA). 23 i Paesi analizzati e studiati dai ricercatori dell’Aida, da Malta alla Turchia, ma anche Italia, Grecia, Spagna, Germania…

Il Consiglio europeo sui rifugiati e gli esuli (ECRE) ha appena reso pubblici i report 2019 dell’Asylum Information Database (AIDA).

23 i Paesi analizzati e studiati dai ricercatori dell’Aida, da Malta alla Turchia, ma anche Italia, Grecia, Spagna, Germania…

I report, consultabili gratuitamente seguendo questo link contengono informazioni aggiornate e complete sulle procedure di asilo, le condizioni di accoglienza, la detenzione e la protezione internazionale.

Le prove raccolte tramite AIDA confermano la preoccupante tendenza alle violazioni dei diritti umani delle persone bisognose di protezione, una situazione grave sia nei confini interni che in quelli esterni dell’Europa.

La lettura dei dossier indica, per il 2019, ulteriori restrizioni dei diritti umani negli ordinamenti e nelle prassi giuridiche nazionali, sollevando seri interrogativi sul rispetto del diritto dell’UE.

 

Total
0
Shares
Related Posts
Read More

Napoli: quando la Lotta all’Esclusione Sociale diventa attività pratica

A parlare è Simona Talamo, coordinatrice dei progetti Sprar della Less Impresa Sociale, onlus di Napoli che già dal nome esplicita il proprio obiettivo: Less sta infatti per Lotta all’Esclusione Sociale, e indica il concetto su cui si basa la onlus, che “si propone di agire contro l’esclusione e la marginalità sociale, per la promozione della cittadinanza attiva e il pieno riconoscimento delle identità migranti”