Category / homepage / visto-rete

    Loading posts...
  • Caserta: centinaia di persone al presidio ‘Lasciateci respirare’. Il sindaco ignora le richieste.

    Lasciateci respirare: con questo slogan moltissime persone sono scese in piazza a Caserta venerdì 26, sollecitando un incontro con il sindaco Carlo Marino. Le richieste principali della rete Caserta Solidale e delle realtà che ne fanno parte erano l’indicazione di tempi certi per l’approvazione del Patto di Collaborazione per la Casa del Sociale e per la fruizione da parte della…

  • “Ci vuole una regolarizzazione vera”, perché quella prevista dal decreto Rilancio “pone così tanti ostacoli e paletti che lascia scoperti tantissimi migranti, alcuni sono sul nostro territorio quasi da un decennio”. Così Mimma D’Amico del CSA Ex Canapificio di Caserta, che aderisce al Forum per cambiare l’ordine delle cose. Secondo D’Amico, le importanti correzioni che si stanno votando in commissione…

  • Da Grei250 una guida multilingue alla regolarizzazione

    Una guida multilingue alla misura di regolarizzazione prevista dal governo: un lavoro utile, realizzato dalla rete Grei250, con cui condividiamo il percorso di sollecitazione degli emendamenti al provvedimento contenuto del DL Rilancio (qui più info). Cinque schede – in italiano, albanese, amarico, arabo, bambara – e altrettanti audio, per non perdersi tra la burocrazia e avere un aiuto pratico nei…

  • Schiavi del ricatto. Ecco chi sono i braccianti nei campi, da Terre Libere

    “La ‘sanatoria’ prevista dal governo è un provvedimento parziale e complicato. Rischia di creare l’ennesimo mercato nero di contratti fittizi per ottenere un documento che dura pochi mesi. Unico aspetto positivo, l’eventuale possibilità di convertire il permesso e uscire dal vicolo cieco dell’irregolarità”. Così il giornalista Antonello Mangano evidenzia le contraddizioni e problematiche a cui potrebbe portare la misura di…

  • Igiaba Scego: “Gli italiani devono essere decolonizzati dal loro stesso immaginario coloniale”

    “La tempesta d’odio nei confronti di Silvia Romano è una parte del problema, tra cui il fatto che per molti italiani la parola Somalia è sinonimo di selvaggi e in molti parlano di Islam senza sapere nulla”. Così Igiaba Scego, scrittrice italiana di origini somale, commenta in un’intervista a Fanpage la questione apertasi negli ultimi giorni con l’arrivo di Silvia…